Il Potere che è in Te

consigli per il miglioramento personale e la crescita spirituale

DEAM, una tecnica di Win Wenger

Posted by Uroboro su aprile 25, 2008

DEAM significa “Double-Entry A-Ha! Method”, che potremmo tradurre come “Metodo A-ah! a doppia entrata”; è una tecnica che ho imparato frequentando il Project Renaissance di Win Wenger. E’ una tecnica molto semplice, facile e rapida ma al tempo stesso estremamente potente e rimando al sito ufficiale per una descrizione completa: http://www.winwenger.com/deam.htm

E’ una tecnica da utilizzare in varie occasioni, ad esempio per fare chiarezza su una situazione o problema che non riusciamo ad inquadrare bene, oppure per trovare risposte a domande e questioni poco chiare, ecc. Praticamente, aiuta a tirare fuori idee e pensieri che in situazioni caotiche o complesse nella nostra mente tendono a confondersi, contraddirsi, ammucchiarsi e che quindi non ci sono di alcuna utilità.

Questi i passi indicati da Win Wenger:

  1. prepara due fogli di carta e una penna o matita
  2. inizia a scrivere su uno dei due fogli una descrizione in poche e brevi frasi del problema, situazione, domanda o argomento che tin interessa ma prima di iniziare a scrivere:
  3. stabilisci di scrivere sull’altro foglio qualsiasi pensiero, idea o senzazione tu possa avere MENTRE stai scrivendo la descrizione
  4. preparati a stupirti

Sembra una cosa da poco, ma l’effetto è realmente potente. Che cosa succede in questo modo? Che mentre una parte della mente è impegnata a definire la cosa, un’altra parte viene stimolata e produce idee e pensieri, che una volta messi sulla carta diventano più chiari e saltano fuori anche idee, pensieri, considerazioni che erano nascoste dal caos precedente, infatti dice Wenger che le idee migliori saltano fuori alla fine, quando per così dire si è “scaricata” la zavorra.

Quel “preparati a stupirti” è dovuto al fatto che spesso saltano fuori idee e pensieri che non sapevamo neanche di avere o che rimanevano nascosti dal caos, è l’ “A-Ha!” del DEAM.

Alcuni consigli nati dall’esperienza personale:

  • scrivi la descrizione sul primo foglio in modo ragionato e formale, ma butta giù pensieri, idee e sensazioni così come ti vengono, senza badare alla grammatica o all’esattezza (piuttosto bada alla chiarezza, perché magari vorrai rileggere quello che hai scritto…);
  • non sottovalutare né trascurare niente di quello che ti salta in testa, scrivi tutto, proprio tutto anche se magari quella cose ti sembrano inutili o stupidi o fuori luogo;
  • due fogli possono non bastare per scrivere tutte le idee e pensieri che saltano fuori
  • utilizzalo anche come forma di brain storming individuale

Prova questa tecnica alla prima occasione, e se vuoi fammi sapere come è andata

namaste

Una Risposta to “DEAM, una tecnica di Win Wenger”

  1. […] da Uroboro su Dicembre 24, 2008 Tempo fa ho dedicato un post alla tecnica DEAM presentata da Win Wenger nel suo progetto New Renaissance, una tecnica semplice che in realtà però […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: