Il Potere che è in Te

consigli per il miglioramento personale e la crescita spirituale

Archive for giugno 2008

EFT – guarigione ed autoguarigione a portata di tutti

Posted by Uroboro su giugno 28, 2008

EFT (Emotional Freedom Technique) non è certo una novità, ma è giusto farla conoscere e divulgarla il più possibile, perchè si tratta di una delle tecniche di guarigione / autoguarigione più potenti, più efficaci, più semplici che io conosca e soprattutto può essere usata da chiunque, per qualunque cosa, su di sè o su altri.

Creata da Gary Craig nel 1990, si basa sul fatto che le emozioni negative recano uno squilibrio nel corpo energetico (e conseguentemente disturbi sul corpo fisico). Queste emozioni e i loro effetti possono essere rimossi “picchettando” con le dita sopra specifici punti dei meridiani del corpo energetico e ristabilendo quindi l’equilibrio. Come si vede, il principio di base è quella dell’agopuntura e dell’ agopressione, senza però la necessità di individuare il punto esatto per quella specifica malattia o disturbo, per questo può veramente essere utilizzato da tutti, senza alcuna conoscenza o studio particolari.

A questo però si deve aggiungere la pratica -preliminare al picchettamento e assolutamente fondamentale- di rimuovere la predisposizione mentale (inversione psivologica la chiama Craig) di qualcuno a non voler guarire o a non voler liberarsi di un dato disturbo, cosa questa che viene trascurata in altre pratiche.

Ho imparato EFT anni fa, in modo un po’ superficiale (10 minuti in un corso PNL della durata di due giorni…) ma leggendo il manuale tutto è diventato chiaro. Non ho poi fatto corsi specifici, mi son solo guardato dei video online per chiarirmi alcuni dubbi sui punti esatti dove picchettare, ho fatto pratica su me stesso e poi sugli altri, con buoni se non ottimi risultati nell’ 80% dei casi. Inoltre, quando ho praticato EFT su qualcuno, gli ho anche insegnato a farselo da solo e gli ho dato il manuale da leggere.

All’interno del manuale poi viene anche indicato come utilizzare EFT per paure, fobie, dipendenze, ricordi trumatici, ecc. C’è anche una procedura per la pace personale, praticamente una pulizia generale dalle emozioni ed episodi negativi del passato: io l’ho fatta e veramente mi ha cambiato dal profondo, mi ha alleggerito di un mucchio di porcherie che non ero ancora riuscito a scaricare del tutto e continuavo a portarmi dietro.

Il sito di Cary Craig: http://www.emofree.com/ è ricco di video introduttivi, articoli, spiegazioni, ha una newsletter molto interessante e qui si possono anche acquistare video di carattere avanzato e specialistico (io ne ho acquistati un po’, ma non perchè realmente mi servissero, solo mi pareva un atto di gratitudine verso chi ha scoperto e divulgato gratis questa tecnica -e anche perchè costano veramente poco). Ovviamente, tutto in inglese…

In Italia ci sono diversi siti, diversi terapeuti e diversi corsi EFT. Non mi sento però di indicarne uno specifico, io non ne ho seguito nessuno e quindi non posso dire niente, solo ho come l’impressione che si cerchi di cavalcare la tigre, con manuali e manualetti non ufficiali (che magari riportano solo parte del manuale di Craig), gruppi non collegati fra di loro, ecc. Mah. Vedete voi.

Ultimo consiglio prima che scarichiate il manuale: non perdete tempo, appena avete afferrato come fare, fatelo: la pratica di EFT vi darà risultati che valgono di più di tutta la teoria (interessantissima peraltro) che c’è dietro. In fin dei conti se voglio fare luce pigio l’interruttore della lampadina, non devo studiarmi fisica della luce e l’elettricità…

Bene, scaricatevi il manuale eft_di_gary_craig e buon lavoro. A proposito, visto che il manuale può essere distribuito liberamente (ma non venduto!!!!), fatelo conoscere anche ad altri
namaste

aggiornamento agosto 2008: audiovisivi EFT in italiano

Annunci

Posted in EFT, libri, medicina energetica, tecniche | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 2 Comments »

Linguaggio del corpo e interpretazione

Posted by Uroboro su giugno 26, 2008

su Repubblica online vengo a conoscenza della pubblicazione di un libro sul linguaggio del corpo, cioè sull’interpretazione dell’atteggiamento di tramite l’osservazione della postura e delle varie posizioni del corpo; questa interpretazione dovrebbe essere (e in genere lo è) più attendibile ed affidabile del fermarsi alla comunicazione verbale della persona. Il libro in questione si intitola “What Every Body Is Saying” e l’autore è un certo Joe Navarro, agente FBI che afferma di aver passato la vita a smascherare comportamenti altrui.

linguaggio del corpoNon ho nessun motivo di dubitare di questa affermazione -e non ho neanche avuto occasione di leggere il libro in questione, nell’articolo non viene nemmeno indicata la casa editrice- ma l’argomento non è certo una novità (personalmente ho avuto occasione di interessarmi alla cosa ancora ai tempi dell’università, a partire dal bel libro “La comunicazione non verbale”, stampato da Laterza nel 1974).

Ne approfitto comunque per un paio di riflessioni sull’argomento. La prima è che essendo appunto il linguaggio del corpo un argomento su cui c’è una ampia informazione da anni e anni, con centinaia di libri e articoli pubblicati dovunque da riviste mediche come il Lancet a riviste di divulgazione come Focus o la vecchia Domenica del Corriere, c’è un mucchio di gente che conosce la cosa e sta attenta alla propria posizione e a cosa trasmette con il corpo. Non solo: c’è chi sfrutta abilmente a proprio vantaggio questi principi quindi il rischio di essere ingannati è sempre presente. -e la cosa diventa veramente rischiosa quando si ha a che fare con qualcuno che ha fatto un corso di PNL su tecniche di seduzione o di vendita e allora noi magari crediamo di essere il gatto e non ci accorgiamo di essere il sorcio …

La seconda cosa è che spesso in questi manuali si sottovalutano le possibilità di errore dovute alle abitudini individuali di postura. Per dirne una, nei libri si insegna che una posizione seduta con le gambe una sopra l’altra indica un atteggiamento di chiusura o di apertura nei confronti delle persone che stanno di fianco: se sollevo la gamba destra indico un atteggiamento di apertura verso la persona alla mia sinistra e di chiusura verso quella alla mia destra. Facile no? però non funziona: ad esempio, gli studenti che hanno l’abitudine di prendere appunti seduti poggiando quaderno o blocco sulla gamba accavallata prenderanno l’abitudine a sollevare quella gamba piuttosto dell’altra (in genere la sinistra, perchè i mancini continuano ad essere una minoranza). Se non si tiene conto delle abitudini individuali, si rischia di prendere cantonate solenni.

Altra cosa ancora, non ho trovato un libro che colleghi linguaggio del corpo o comunicazione non verbale con la struttura e i flussi del corpo energetico: se io guardo la figura del tizio con le braccia incrociate nell’immagine qui sopra, mi viene da pensare che può sì indicare non essere a proprio agio ma nella medicina energetica questa posizione è anche vista come una naturale posizione di ricarica (le braccia conserte trattengono l’energia del corpo) e di concentrazione (le braccia conserte -come tutti gli incroci di arti- aiutano il coordinamento tra emisfero destro ed emisfero sinistro del cervello).

Quindi è certamente sacrosanto leggere e studiarsi materiali e libri sulla questione, ma bisogna stare poi attenti quando si tratta di applicare quello che si è imparato, proprio perchè gli autori tendono a sottovalutare la possibilità di errori e a presentare determinati comportamenti e posture come indicatori infallibili e assoluti.  Non illudetevi quindi di arrivare a capire cosa pensa veramente la gente usando manuali del genere, o almeno non usando solo questi manuali…

namaste

ps
se qualcuno è a conoscenza di materiali o libri che trattano il  linguaggio del corpo assieme al corpo energetico, mi farebbe molto piacere che me li comunicasse

(immagine tratta dall’articolo di Repubblica)

Posted in libri, linguaggio del corpo, tecniche | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 2 Comments »

La meditazione sui Cuori Gemelli

Posted by Uroboro su giugno 21, 2008

La Meditazione sui Cuori Gemelli è una meditazione sviluppata da Master Choa Kok Sui, il fondatore del Pranic Healing, ed è molto interessante perché racchiude in sé diverse tecniche (movimenti fisici preparatori, ringraziamento, meditazione guidata, meditazione silenziosa, rilascio energetico). Le fasi più importanti sono quelle della meditazione guidata, basata sulla Preghiera Semplice di San Francesco d’Assisi e quella della meditazione silenziosa basata sull’ Ohm.

Il nome “Cuori Gemelli” è stato dato perché in questa meditazione vengono attivati il chakra della Corona e il chakra del Cuore. in particolare, durante la meditazione guidata viene attivato il chakra del Cuore mediante benedizioni e trasmissione di luce, pace, amore e compassione mentre nella meditazione basata sull’ Ohm si attiva il chakra della Corona, quello del rapporto con Dio (o con lo Spirito, o con l’Assoluto, ognuno lo chiami come gli pare) e si è in una fase di ricezione.

In tutto dura circa mezz’ora e non richiede nessuna particolare postura; anche gli esercizi fisici raccomandati sono estremamente morbidi e semplici, li può fare chiunque.

La meditazione dei Cuori Gemelli fa parte delle pratiche regolari nei gruppi di Pranic Healing dove viene fatta in gruppo ma può essere praticata anche a soli: un CD con la meditazione guidata è allegato al libro “Miracoli con il Pranic Healing“, Efis editore.

Pratico questa meditazione non regolarmente ma abbastanza spesso, sia da solo che in gruppo e l’effetto per me in genere è quello di forti sensazioni di benessere e di unione con la terra egli altri, con una percezione dell’ energia che scorre e alla fine mi son sempre sentito meglio, più sereno e più compassionevole nei confronti degli altri.

Un paio di volte non è andata del tutto bene, però è stata solo colpa mia, ed è sempre successo quando l’ho fatta da solo: una volta ho trascurato di fare gli esercizi fisici e ho avuto le braccia indolenzite per qualche ora; un’altra volta ho voluto usare questa meditazione come strumento di rilassamento per scaricare una discussione pesante avuta al lavoro, stupidamente perché lo scopo di questa meditazione NON è il rilassamento o lo scarico emozionale, per i quali ci sono altre tecniche e soluzioni. Comunque sia, dal momento che avevo il chakra cardiaco molto sporco per la lite al lavoro, ho provato sensazioni di pesantezza al cuore e a questo proposito voglio ricordare che questa meditazione è sconsigliata a chi ha problemi cardiaci.

namaste

Posted in meditazione, meditazione guidata, spiritualità | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 1 Comment »