Il Potere che è in Te

consigli per il miglioramento personale e la crescita spirituale

Bioritmi

Posted by Uroboro su agosto 20, 2008

Capita a tutti di avere delle giornate in cui ci si alza e ci si sente subito svegli, pieni di energia, positivi. Ci sono altre volte che ci si sveglia già con la luna storta, con poca voglia di fare, distratti, irritabili… La teoria dei bioritmi dice che questi cambiamenti dipendono da cicli interni, chiamati appunto bioritmi, che regolano le nostre tre funzioni fisica, emotiva ed intellettuale.

Fu nella straordinaria Vienna del primo ‘900 che si sviluppò questa teoria, ad opera di Wilhelm Fliess, amico e collega di Freud: dall’andamaneto delle malattie dei suoi pazienti, arrivò alla conclusione che in ogni essere umano cesitono due cicli vitali ben distinti, e cioè un ciclo che regola la salute fisica (ciclo maschile) ed uno che regola l’attività emotiva (ciclo femminile). Contemporaneamente, un altro psicologo austriaco, Hermann Swoboda, si accorse che gli attacchi d’asma dei suoi pazienti avevano un andamento ciclico e nel libro “Das Siebenjahr” presentò la sua teoria sull’esistenza di cicli relativi l’uno all’aspetto fisico, l’altro all’aspetto emotivo (senza riferimento però ad una differenza sessuale). Più avanti, negli anni ’20, sempre in Austria, il matematico Alfred Teltscher, osservando i diversi rendimenti dei suoi studenti, scoprì un terzo ciclo, relativo questo all’attività intellettuale. Nel 1973 infine George S. Thommen pubblicò negli Stati Uniti “Is This Your Day” che fu la definitiva “consacrazione” dei bioritmi e diede il via alla loro popolarità.

I bioritmi vengono analizzati tramite dei grafici che, a partire dalla data di nascita, indicano la condizione di una persona in un determinato giorno negli aspetti dei tre cicli: il ciclo fisico (che dura 23 giorni ed influenza la forza e l’energia fisica, il sistema immunitario, la resistenza, l’aggressività, la libido, la coordinazione, tutte le attività insomma collegate alla fisicità); il ciclo emotivo (dura 28 giorni e governa l’umore, la creatività, lla sensibilità e tutte le funzioni emotive); il ciclo intellettuale (dura 33 giorni, determina la concentrazione, la memoria, le capacità di apprendimento, le facoltà mentali ed intellettuali in genere).

Il tracciato di questi cicli viene raffigurato da delle onde che attraversano una linea centrale orizzontale. Avendo uno stesso momento di partenza (la nascita) ma diverse durate, i tre cicli coincidono sono occasionalmente. Ecco un esempio di grafico -il mio, di oggi 20 agosto 2008😉

Bioritmi

Bioritmi

Quando un ciclo si trova nella parte alta, significa che la forza in quell’ambito è intensa e potente, e quindi vengono favorite le attività connesse; quando il ciclo è nella parte inferiore, significa che in quell’ambito c’è bisogno di riposo e ricarica. Quando poi l’onda del ciclo attraversa la linea centrale, abbiamo i cosiddetti giorni critici, in cui c’è bisogno di cautela nell’ambito di quel dato ciclo. Quando infine due o tre cicli attraversano la linea centrale nello stesso giorno, significa che siamo particolarmente vulnerabili e a rischio e quindi la cautela deve essere maggiore: non è che bioritmi possano prevedere incidenti o momenti di crisi, solo possono aiutare ad aumentare l’attenzione e di conseguenza evitare situazioni critiche.

Per quanto riguarda l’attendibilità di questo sistema, quelli favorevoli si basano su statistiche (basate su incidenti stradali, rapporti di assicurazioni e simili) ma non c’è naturalmente ancora niente di definito e sono molti quelli dubbiosi o critici a riguardo. Personalmente, con i bioritmi mi piace più giocare che affidarmi ad essi, resto dell’opinione che ogni giorno sono io a rendere buona o cattiva la mia giornata: magari la mattina guardo il grafico e se va tutto bene, allora sono contento e mi fido, se invece le cose non sono a posto in qualche campo oppure vedo che i miei cicli sono in giorni critici, allora non ci credo più (anche se magari un po’ più attento si sto…)

Da questo link potete scaricare il software gratuito realizzato da Mauro Rossi, di facilissima installazione e consultazione (è quello da cui ho ricavato il mio grafico di oggi). Per saperne di più sull’argomento, basta mettere la parola “bioritmi” in Google e trovate un mucchio di siti ed informazioni. Purtroppo l’edizione italiana del libro di Thommen “Il libro dei bioritmi” è fuori catalogo; potete cercarla in qualche biblioteca, su eBay o in altre librerie dell’usato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: