Il Potere che è in Te

consigli per il miglioramento personale e la crescita spirituale

Vivere il presente

Posted by Uroboro su febbraio 20, 2009

Ecco un nuovo articolo di Remez Sasson, Una conversazione riguardo il vivere nel presente e ovviamente ha a che fare con il vivere nel momento presente, cioè nell’adesso senza lasciarsi andare a pensare al passato o al futuro. Si tratta di un estratto dal suo libro Peace of Mind in Daily Life, bellissima opera che purtroppo non è mai stata tradotta in italiano.

In italiano però sono disponibili le opere di Eckhart Tolle, che ha affrontato lo stesso argomento del momento presente (forse da un punto di vista più spirituale di quello di Sasson). Cito dalla presentazione del suo libro più famoso, Il Potere di Adesso:

“…E’ la nostra mente a causare i nostri problemi, non le altre persone, non “il mondo esterno”. E’ la nostra mente, con il suo flusso di pensieri pressoché costante, che pensa al passato e si preoccupa del futuro. Noi commettiamo il grave errore di identificarci con la nostra mente, pensando che questa sia la nostra identità, mentre in realtà noi siamo esseri ben più grandi.

Per molti di noi, lungo la via, vi sono nuove scoperte da fare: noi non siamo la nostra mente. Possiamo trovare l’uscita dal dolore psicologico. L’autentico potere umano si trova arrendendosi all’Adesso.
Scopriamo anche che il corpo è in effetti una delle chiavi per entrare in uno stato di pace interiore, così come lo sono il silenzio e lo spazio intorno a noi. Infatti l’accesso è disponibile ovunque. I punti di accesso, o portali, possono tutti essere usati per portarci nell’Adesso dove i problemi non esistono. E’ qui che troviamo la nostra gioia e che siamo capaci di abbracciare il nostro vero sé. E’ qui che scopriamo che siamo già completi e perfetti.”

(dalla presentazione del libro Il Potere di Adesso)


2 Risposte to “Vivere il presente”

  1. […] Vivere il presente […]

  2. Axel said

    bellissime cose dette, ma il rischio di avere queste nozioni senza il maestro è quello di cadere in filosofia, ovvero arte incompleta.. per stare nella completezza ci vorrebbero tutti e 3 gli elementi, ovvero allievo, maestro e conoscenza.
    in questo caso mi pare che quelli che sarebbero allievi vengono a contatto diretto con la conoscenza senza la fondamentale mediazione del maestro…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: