Il Potere che è in Te

consigli per il miglioramento personale e la crescita spirituale

Archive for the ‘spiritualità’ Category

Meditazione sul falso sè – parte 3

Posted by Uroboro su dicembre 30, 2008

Dopo il corpo fisico e le emozioni, la terza -e ultima- parte di questa meditazione sul falso sè riguarda la mente, l’elemento forse più subdolo, l’ultima barricata dell’Ego, quello in cui ci identifichiamo anche quando andando avanti per la strada della consapevolezza ci siamo resi conti di non essere solo un corpo e siamo riusciti a staccarci dalle emozioni.

Ripeti le due fasi precedenti e quindi aggiungi le seguenti affermazioni:

  • “Io ho una mente, ma non sono la mia mente. La mia mente è un prezioso strumento di ricerca e di espressione, ma non è l’essenza del mio essere. I suoi contenuti cambiano continuamente mentre essa abbraccia nuove idee di conoscenza ed esperienza. A volte si rifiuta di obbedirmi, non può dunque essere me stesso. E un organo di conoscenza sia per il mondo esterno per il mondo interno, ma non è me stesso”
  • “Io ho una mente, ma non sono la mia mente…”.
  • “Io ho una mente, ma non sono la mia mente…”.

Continua con queste affermazioni finchè non senti di aver “scaricato” i vari contenuti della mente (te ne accorgi perchèsi interrompe il flusso continuo dei pensieri, si incominciano ad avere dei momenti di vero silenzio interiore). A questo punto usa le seguenti affermazioni:

  • “Io sono un centro di volontà capace di osservare, dirigere e usare tutti i miei processi psicologici e il mio corpo fisico”
  • “Io sono un centro di volontà e di pura autocoscienza!”
  • “Io sono un centro di volontà e di pura autocoscienza!”

Continua a ripetere quest’ultima affermazione e lasciati portare da essa facendo attenzione a quanto ti può suggerire: potranno essere pensieri, ricordi, emozioni, sensazioni, percezioni, intuizioni; non tutte saranno piacevoli, comunque cerca di mantenere l’atteggiamento del “testimone” cioè di osservare quello che ti succede come se tu fossi un’altra persona e quelle cose non ti riguardassero direttamente.

Difficile dire quanto può durare questa terza fase ( in teoria potrebbe durare anche una vita intera). Sarai tu stesso a valutare i risultati ottenuti, che potrebbero essere di vario genere ma che comunque avranno a che fare con la consapevolezza di essere una cosa diversa dall’Ego, cioè da quell’insieme di corpo, emozioni e mente col quale siamo soliti identificarci. Potrai accorgertene in un momento di illuminazione, in un mantenere la posizione del “testimone” anche nelle attività quotidiane, qualcuno ha parlato anche di fenomeni di esteriorizzazione e altro ancora. Potrebbe essere qualsiasi cosa: come dice Isabella Caponio (dal cui libro ho ripreso le affermazioni) “soltanto quando sarà difficile trovare le parole per esprimere l’esperienza vissuta, potrai essere certo di essere sulla buona strada”, ed è proprio così.

ps
Ho ripreso le affermazioni dal libro “Ginnastica mentale : volere e potere, la straordinaria forza della volonta con esercizi pratici”, di Isabella Caponio, editore De Vecchi, 1994 (oggi purtroppo esaurito) ma si trovano con differenze minime anche in molti altri manuali.

Annunci

Posted in meditazione, spiritualità | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 1 Comment »

Alla ricerca della reale identità, un sito di Andrea Pangos

Posted by Uroboro su dicembre 28, 2008

Voglio segnalare il nuovo sito di Andrea Pangos chiamato Alla ricerca della reale identità, dove si può recuperare una quantità enorme di materiali sulla spiritualità, la meditazione, la guarigione, la consapevolezza della proprio essere. Con Pangos  un paio d’anni fa feci un corso dal titolo “Divenire e vita quotidiana” e ne sono rimasto favorevolmente colpito anche se -per colpa mia- alla fine non lo conclusi. Sono rimasto anche colpito dal personaggio, che non saprei come definire, se un ricercatore, un consigliere spirituale, un o scrittore, un filosofo o che altro -anche se in realtà è una persona come un’altra, solo che di strada sulla via della consapevolezza ne ha fatta, e ne ha fatta tanta.

Difficile descrivere il sito, tanto è ricco di articoli, di estratti da libri scritti o pubblicati da Pangos,(è anche editore), di esercizi di meditazione, di preghiere, di tecniche, ecc. che spaziano da argomenti come  il karma alla consapevolezza divina, alla guarigione con le energie, alla reincarnazione, alla maturazione e crescita spirituale, alla condizione dell’uomo illuminato, al corpo energetico ecc. ecc. Parte di questi materiali sono disponibili solo agli abbonati (io non lo sono) ma la quantità di quello che si riesce a consultare è comunque incredibile. Non ho controllato se  nel nuovo sito Pangos ha portato tutto quello che c’era nel suo vecchio sito (che comunque è ancora attivo: Andrea Pangos Editore), in caso uno può cercare nell’uno e anche nell’altro quello che gli interessa.

L’unica pecca è -forse- che una grande quantità di materiale del genere avrebbe dovuto essere strutturato in maniera più organiza, possibilmente attraverso un percorso guidato, mentre qui c’è il rischio di trovarsi un po’ sconcertati di fronte ad una meditazione avanzata o ad un articolo dove si da’ per scontato che voi abbiate fatto o letto qualcos’altro prima. Ma è una prima impressione, poi dopo passa e insistere vale la pena.

Posted in meditazione, spiritualità, tecniche | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Meditazione sul falso sé – parte 2

Posted by Uroboro su dicembre 23, 2008

Ecco la seconda parte della Meditazione sul falso sè, che avevo presentato in post precedente. Come dicevo,  è una meditazione in tre parti e può durare diverso tempo. La prima parte riguardava il superamento dell’identificazione col proprio corpo, la seconda riguarda il superare l’identificazione con le proprie emozioni.

Parte 2 – le emozioni

Continua a fare la meditazione sul corpo come fatto nella parte precedente ma aggiungi alle affermazioni sul corpo le seguenti affermazioni:

  • Io ho delle emozioni, ma io non sono le mie emozioni
  • Le mie emozioni sono varie, mutevoli e a volte contradditto­rie, possono passare dall’amore all’odio, dalla calma all’ira, dalla gioia al dolore e tuttavia la mia essenza, la mia vera natura, non cambia, io rimango! Sebbene un’ondata d’ira possa temporaneamente sommer­germi so che col tempo passerà, dunque io non sono questa ira. Poiché posso osservare e comprendere le mie emozioni e poi imparare gradualmente a dirigerle, utiliz­zarle, integrarle armoniosamente è chiaro che esse non sono me stesso
  • Io ho delle emozioni, ma io non sono le mie emozioni
  • Io ho delle emozioni, ma io non sono le mie emozioni
  • (ripeti quest’ultima affermazione per qualche decina di volte)

Continua a meditare su queste affermazioni e quando ti senti pronto a finire, prenditi una pausa prima di riprendere la tua normale attività per prendere nota di percezioni,sensazioni, intuizioni, immagini, ecc. che ti possono essere venute in mente. Al solito, non trascurare nulla. Anche questa pratica dovrà essere continuata minimo per una settimana.

ps
Ho ripreso le affermazioni dal libro “Ginnastica mentale : volere e potere, la straordinaria forza della volonta con esercizi pratici”, di Isabella Caponio, editore De Vecchi, 1994 (oggi purtroppo esaurito) ma si trovano con differenze minime anche in molti altri manuali.

Posted in meditazione, spiritualità, tecniche | Contrassegnato da tag: , , , , , | 1 Comment »