Il Potere che è in Te

consigli per il miglioramento personale e la crescita spirituale

Posts Tagged ‘musica binaurale’

Battiti binaurali e mal di testa

Posted by Uroboro su febbraio 14, 2009

Una mia amica, S.,  che soffre spesso di mal di testa, mi ha chiesto se si possono usare i battiti binaurali per ridurre appunto emicranie e mal di testa e le ho preparato un file audio di battiti binaurali della durata di 30 minuti che dovrebbe ridurre emicranie e mal di testa in genere e anche avere effetto lenitivo su altri dolori di lieve entità. Come per i precedenti file audio per il relax e la meditazione, mi sono basato sull’ elenco di Michael Triggs Brainwave Frequency Listing e con Brain Wave Generator ho creato un file di battiti binaurali con 2 voci distinte:

per la prima voce le frequenze utilizzate in sequenza (in Hz) sono:

  • 0.5: induzione al rilassamento
  • 0,5 – 2,5: effetto sedativo, rilascio endorfine
  • 2,5: effetto sedativo, rilascio di oppioidi endogeni
  • 4,0: effetto analgesico, produzione di encefaline

per la seconda voce è stata utilizzata una unica frequenza a 10.0 Hz, che corrisponde a rilascio di serotonina, miglioramento dell’umore, stato di benessere generale.

Come background è stato utilizzato un rumore di temporale (ripetitivo)

Se vuoi provare questo file, prima di continuare voglio che siano chiare alcune cose: io non sono un medico nè un terapeuta nè niente del genere, sono solo uno che usa da un bel po’ di tempo questa tecnologia sperimentandola prima di tutto su me stesso e anche assieme ad un gruppo di amici interessati. I battiti binurali sono una tecnica controversa e non intendono in alcun modo sostituire le cure mediche: se stai seguendo una cura continuala e basta. Se hai dei dubbi, consulta un medico e/o leggiti bene la bibliografia a riguardo, reperibile su wikipedia.

Comunque, scaricati il file e, n caso di mal di testa (o di altri dolori leggeri, quelli che in genere passano con un’aspirina o con l’aulin), trovati un posto tranquillo e mettiti comodo (poltrona, letto, dove preferisci…) e comincia l’ascolto (con cuffie stereo).  Non è necessario completare l’ascolto del brano; se ti senti meglio e vuoi smettere, smetti. Altre indicazioni le puoi trovare qui e se proprio non sai cosa sono i battiti binaurali, prova a leggere quest’articolo (volutamente semplicistico) e approfondisci con la bibliografia indicata.

Precauzioni importanti – da leggere!!!!

MAI utilizzare la tecnologia dei battiti binaurali quando si deve guidare o si ha a che fare con macchinari o comunque si deve svolgere un’attività che richiede vigilanza e attenzione; gli effetti dell’abbassamento delle onde cerebrali possono durare anche per un certo periodo dopo aver terminato l’ascolto. Non utilizzare questa tecnologia sotto l’effetto di droghe, psicofarmaci, alcol e simili. Non metterti ad ascoltare battiti binaurali quandi sei stanco: dormi piuttosto.

Combinare l’ascolto di battiti binaurali con stimoli cerebrali visivi (es. luci stroboscopiche, a intermittenza o altro ancora) è  altamente sconsigliato a chi soffre di epilessia o gravi problemi cardiaci (portatori di pace maker) o ha problemi di dipendenza da droghe e/o psicofarmaci

Ecco, se hai letto quanto sopra, ti è tutto chiaro e sei d’accordo che la responsabilità dell’ utilizzo di questo file di battiti binaurali è solo tua,  lo puoi scaricare da FileFront.

Fammi sapere come è andata. In bocca al lupo

Annunci

Posted in binaural beat | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 7 Comments »

Battiti binaurali – BrainWave Generator

Posted by Uroboro su febbraio 10, 2009

Quando si parla di battiti binaurali non si può non parlare di BrainWave Generator, un software dedicato unicamente a questa tecnologia e che, sebbene un po’ datato, è uno strumento molto utile, facile e  intuitivo nel suo utilizzo -almeno in un utilizzo di base- ma allo stesso tempo completo: si possono indicare le frequenze desiderate e la loro durata, il volume, c’è la possibilità di inserire o meno dei sottofondi di background oppure dei rumori di disturbo, si possono utilizzare più voci in contemporanea, ecc. ecc.

bwgen

schermata di base di BrainWave Generator

Non a caso attorno a questo software si è creata una vera e propria comunità di sperimentatori e ricercatori che dal 1998 al 2004 hanno costruito una impressionante raccolta di battiti binaurali da utilizzare per gli scopi più diversi: dal rilassamento all’ apprendimento veloce, dalla meditazione alla stimolazione di sogni lucidi, dai viaggi extracoporei alla cura per il raffreddore, dall’ipnosi o messaggi subliminali all’allineamento dei chakra. dalla perdita di peso  all’ insonnia. Da sottolineare che c’era anche una pratica di test di questi audio, dal momento che uno provava quello che aveva creato un altro, si scambiavano opinioni, consigli, critiche, commenti, ecc. I materiali quindi sono valutati uno per uno e quelli validi si riconoscono subito. Inoltre, spesso chi creava e condivideva questi file audio spiegava il perchè dell’utilizzo di certe frequenze,

Dal sito http://www.bwgen.com/index.htm si può scaricare la versione shareware per un periodo di prova di un mese (in realtà si può continuare ad utilizzare il programma anche dopo il periodo di prova, l’unico fastidio è che viene fuori un avvertimento che dice che il programma non è registrato; personalmente, visto il costo esiguo -40 dollari, circa 30 euro- e le capacità del programma, mi è sembrato giusto pagarlo). Sempre a partire dallo stesso sito (tutto in inglese però) una serie di pagine di informazioni e soprattutto la raccolta dei materiali creati http://www.bwgen.com/presets.htm

Posted in binaural beat, software | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 2 Comments »

Binaural beat fatelo da voi

Posted by Uroboro su ottobre 7, 2008

Come dicevo in un post precedente,  se uno vuole provare ad utilizzare la tecnica dei binaural beats può anche prepararsi i file audio per conto suo, creando da solo i propri file audio,;non è una cosa difficile da fare e non è nemmeno costosa, visto che si possono adoperare sì software proprietari che costano un occhio della testa  (Adobe Audition, per esempio ) ma si possono adoperare anche software di libero utilizzo.

Che differenza c’è tra i file preparati in casa e quelli commercializzati da ditte specializzate? Mah, probabilmente la stessa che c’è tra un motorino e una Ferrari. Il fatto è che le ditte specializzate non solo hanno attrezzature sofisticate oppure utilizzano tecniche e programmi di alto profilo; soprattutto hanno dietro di sè un mucchio di esperienza e conoscenza sulle esatte frequenze da utilizzare, sui tempi di utilizzo e passaggio da una frequenza all’altra nella stessa seduta (e questa è una conoscenza che difficilmente, MOLTO difficilmente queste ditte condividono veramente: di solito danno indicazioni generiche o vaghe).

Comunque, è possibile utilizzare un software di libero utilizzo (Audacity) per costruirsi da soli questi file e vorrei appunto spiegare come si fa. Prima però voglio mettere in chiaro un paio di cose: queste informazioni sono date solo a titolo di esempio, la tecnica dei binaural beat è una tecnica controversa e chi decide di utilizzarla dovrebbe leggersi alcuni testi fondamentali prima, magari quelli riportati nella bibliografia di wikipedia: binaural beats.

Chi poi decidesse di provare a creare i propri file audio e di sperimentarli, lo fa sotto la propria unica e completa responsabilità; ricordo anche che le ditte che li producono indicano tra le categorie che non devono utilizzarli le persone che soffrono di malattie o disturbi cardiaci, di epilessia e di malattie neuroilogiche. Le stesse ditte raccomandano anche di non utilizzarli quando si deve guidare o quando si hanno da svolgere attività che richiedono attenzione  e presenza. Ecco, se hai letto e capito queste cose -e se sei d’accordo sulla tua assunzione di responsabilità, allora puoi cliccare qui: audabb.

Aggiornamento: lista di M. Triggs delle frequenze delle onde cerebrali

Posted in binaural beat, tecniche | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »